Blog

Referendum di ignoranza

I nostri politici hanno ahimè capito da troppo tempo ormai, che i referndum possono essere per loro un ottima scappatoia per non prendere quelle decisioni complicate, per cui sono strrapagati. Così come per il nucleare in Italia o la Brexit in Inghilterra, anche per la TAV si preferirà demandare al popolo una scelta difficile, estremamente tecnica e con forti implicazioni ambientali, sociali ed economiche, presenti e soprattutto future, senza spiegare quasi nulla sulla questione. Peccato che la stragrande maggioranza della gente non abbia né voglia, né competenze per addentrarsi in analisi tecniche, studi di sviluppo e di impatti ambientali. La gente si fa influenzare da chi sente più vicino a sè e vota. Se non si hanno le capacità e o i mezzi per informare il popolo, indire un referendum vuol dire lavarsi le mani del problema, ovvero l'opposto di ciò che un politico è chiamato a fare, potendo poi dire che hanno deciso gli italiani, qualunque ne sia l'esito. Gli inglesi si stanno accorgendo di questo problema e a breve, se ne accorgeranno ancora di più.

Inviami un'e-mail quando le persone lasciano commenti –

Per aggiungere dei commenti, devi essere membro di Per PiùEuropa!

Join Per PiùEuropa